Qui Halloween fa sul serio: quattro indirizzi da paura
Bran Castle, in Transilvania è stata la residenza di Dracula
Che uno sia stanco del solito «dolcetto o scherzetto?», di parrucche viola, trucchi improbabili e cappelli da fattucchiera è più che giusto. Chi ha davvero voglia di immergersi nel clima orrorifico di Halloween, la notte del 31 ottobre o in qualsiasi altro momento in cui la penombra sia un po' più fitta della luce del sole, deve solo preparare la valigia.





Nel bagaglio, però, va detto, bisogna necessariamente mettere un po' di coraggio e, magari, prenotare insieme a un compagno fidato, che non scappi a gambe levate al primo accenno di qualcosa di vagamente soprannaturale.



Prima tappa: Stirling, tra le nebbie della Scozia. Lasciata alle spalle la cittadina, bisogna dirigersi verso il castello, che sembra sia lo scrigno di leggende macabre e di strani avvenimenti. Si trova su una collina ed è circondato da dirupi. In molti giurano di aver avuto apparizioni di fantasmi di personalità molto note. Tanto per fare due nomi, sembrerebbe che queste mura siano molto amate dalla regina Maria di Scozia, sempre vestita con un lungo abito rosa, e da quello che è stato definito il fantasma delle Highland, abbigliato del tradizionale kilt.



Il Castello si trova a Stirling, Castle Esplanade. I biglietti costano da £14.00 per gli adulti a £7.50 per i ragazzi. I bambini sotto i 5 anni non pagano.







Di castello in castello, si può optare per quello di uno il cui nome è garanzia di terrore, il conte Dracula. Si tratta di Bran Castle, in Romania, e il suo ex proprietario non ha certo bisogno di presentazioni. Nel '400, infatti, in quello che ora è un monumento nazionale rumeno, risiedeva l'imperatore Vlad l'Impalatore. Senza scendere in dettagli che potrebbero essere fastidiosi per i deboli di stomaco, l'edificio è alquanto terrificante, con corredo di passaggi segreti, crepe e di angoli molto, troppo bui.



Il Castello si trova a Bran, Str. General Traian Mosoiu 24, è aperto il lunedì da mezzogiorno alle 16, mentre gli altri giorni dalle 9 di mattina alle 16. Il biglietto per gli adulti costa 6 euro, per chi ha superato i 65 anni 3,50 euro, per gli studenti 2,40 euro e per i bimbi 1,20 euro.







Ultima tappa europea in Francia, per una visita alle catacombe parigine. I sotterranei sono tutta un'altra cosa rispetto alla Ville Lumière romantica tipica delle cartoline. Chilometri e chilometri di tunnel sotterraneai che ospitano i resti dei defunti che nel XVIII secolo non trovarono sepoltura nel Cimitero degli innocenti. Se la cosa non sembra abbastanza terrorizzante, se la penombra è una condizione che non fa paura e se l'umido non crea problemi, forse qualche grido lo tireranno fuori le sculture e le mura formata da teschi e ossa di chi è passato a miglior vita. Una vera e propria città dei morti il cui accesso è avenue du Colonel Henri Rol-Tanguy 1.







Se, invece, si ha voglia di sorvolare l'Oceano, Salem, in Massachussets, non lontano da Boston, è la meta ideale. Viene soprannominata la città delle streghe. Qui, infatti, nel 1692 si tennero sanguinosi (ovvio, no?) processi contro donne accusate di stregoneria. Che lo fossero o meno, la loro fine non fu certo delle migliori. Per ricordarle molti sono i luoghi da segnare sul proprio tragitto: Gallows Hill, il cimitero, il Salem Witch Museum e le abitazioni della strega Rebecca Nurse e del giudice che l'accusò Jonathan Corwin.



Non era meglio intagliare la zucca?
Qui Halloween fa sul serio: quattro indirizzi da paura
Planisfero
Fotogallery