Ecco Symphony of the Seas, la nave più grande del mondo: una città sul mare
di Simone Canettieri
Se i trenini di Jep Gambardella sono i più belli di tutti perché non vanno da nessuna parte, si può dire la stessa cosa per Symphony of the Sea, l'ultima ammiraglia di Royal Caribbean, la nave più grande del mondo.
Ovvero una città -  appena arrivata dai cantieri francesi STX di Saint Nazaire - che a pieno regime può ospitare quasi diecimila persone, e di cui poco importa l'approdo. L'esperienza è il mentre. Una crociera all'insegna dell'XXL:  22 ristoranti, 24 piscine, 17 piani, 6680 passeggeri, oltre 2200 persone come equipaggio, uno scivolo da 45 metri. E poi, insomma, chiedete e lo farete: due simulatori di surf FlowRider, la zip line per volare (ben agganciati) a 25 metri di altezza su nove ponti, una parete da scalare. «Una cosa divertente che non farò mai più», scrisse a proposito di un viaggio in crociera David Foster Wallace. Ecco, per i neofiti la Symphony è un grande «wow», per gli amanti del genere - tutto sole, cocktail e balletti - il top.
 


La nave è divisa in sette quartieri  (Boardwalk, Central Park, Entertainment Place, Pool and sports zone, Royal Promenade, Youth Zone, Vitality at sea spa and fitness center) che ospitano al loro interno l'occorrente per passare (almeno) una giornata girandosi di gusto i pollici. O anche no. 

Prendiamone uno: Central Park, 1.200 alberi piantumati con grilli che friniscono, ristoranti italiani, caffè ed enoteche e boutiques di alta moda. Oppure si può fare una puntata al casinò, che giustamente è il più grande del mondo tra quelli sull'acqua, o andare nell'arena sul ghiaccio. Una pista di pattinaggio - con show serali - circondata da centinaia di posti a sedere. Per muoversi avanti e indietro, su e giù, ci sono 24 ascensori. Non mancano centri benessere e fitness (i più grandi sul mare...), un corso principale puntellato da vetrine e orchestrine, salagiochi, solarium con una vista pazzesca. 

Lo scorso 27 marzo Symphony of the Sea è salpata da Malaga diretta verso Barcellona, due notti per farsi vedere agli amici più stretti. Poi resterà nel Mediterraneo per tutta l’estate fino a ottobre, per poi spostarsi nell’inverno 2019 ai Caraibi.  Una vera e propria  rotta mediterranea, che toccherà Barcellona, Palma di Maiorca, Marsiglia, la Spezia, Civitavecchia.

Altro che da pensionati, è una roba fantascientifica. Esagerazione? Provate il bionic bar, sette esemplari nel mondo. Cos'è? Il drink 2.0, oltre 100 bottiglie, per due braccia robotiche che eseguono il vostro cocktail appena compulsato sul display con infinite varianti. Ma questo è solo un particolare, un dettaglio della nave più grande del mondo che poco importa dove approda.
Dentro la regina dei mari
Planisfero
Fotogallery