Il Natale in Costiera Amalfitana: gli appuntamenti da non perdere
di Francesca SpanĂ²
Uno dei paesaggi più affascinanti della Penisola, la Costiera Amalfitana, si veste a festa anche quest’anno e, tra milioni di luci colorate, mercatini ed eventi a tema, sembra davvero di trovarsi in un piccolo presepe circondato dal mare blu. Ad aver già fatto il pieno di turisti, sicuramente è Salerno che propone Luci d’Artista fino al prossimo 20 gennaio, esposizione di opere d’arte luminose installate nelle piazze, nei parchi e nelle strade della città. L’effetto è assolutamente scenografico e sta incantando turisti e residenti, ancora di più da quando lo scorso 8 dicembre è stato acceso l’albero di Natale in Piazza Portanova. Altro appuntamento da non perdere è sicuramente il Villaggio di Babbo Natale al Parco Urbano dell’Irno. In questo caso, fino al 6 gennaio 2019 grandi e piccini potranno incontrare Babbo Natale, elfi e renne all’interno del Santa Claus Village, il villaggio incantato ricco di giochi, stand enogastronomici e luci di grande impatto. E poi ci sono gli immancabili mercatini che proprio in occasione di Luci d’Artista sono ancora più interessanti e si trovano sul lungomare e nelle principali piazze cittadine.
 
Da segnare in calendario
 
  • Vietri sul Mare: sono ben 53 gli appuntamenti natalizi che si possono scegliere in questo angolo di Costiera, fino al prossimo 17 gennaio. Le attività spaziano tra musica etnica e cinema e, ancora, non mancano concerti, presentazioni di libri, trekking, incontri legati alla ceramica e all’arte presepiale, mercatini natalizi e processioni.
  • Cetara: gli eventi di “Natale Insieme 2018” sono davvero tantissimi a cominciare da Luci di Natale, in programma fino al 6 gennaio 2019. Le luminarie da queste parti sono un must da diversi anni e, come da tradizione, rappresentano una vera e propria opera d’arte che decora ogni angolo del centro abitato. Particolarmente interessante, come sempre, è stata anche la Notte Bianca con Processione dell’Immacolata, lo scorso 8 dicembre, con la presenza di spettacoli di artisti di strada e mercatini.
  • Maiori: qui l’attesa più grande è sicuramente per la Calata della Stella, ormai da trenta anni un appuntamento fisso e amato. Durante la serata arrivano i Re Magi dinanzi alla grotta del Bambino Gesù e ha inizio quella che è una festa nella festa accompagnata dalla celebrazione religiosa. Non manca anche il Presepe Vivente a rendere ancora più realistico il paesaggio addobbato a festa.
  • Atrani: il clou del periodo è soprattutto il 24 dicembre, quando si attende anche in loco la nota Calata della stella. Questa usanza antica e molto sentita, prende il via alle 23.30, quando il bellissimo borgo fa scendere dal monte Aureo il corpo celeste fin giù la terrazza che guarda al mare della Collegiata di S.Maria Maddalena. Intanto quest’anno c’è pure un’esposizione molto interessante che terminerà il 26 gennaio 2019. “La magia del Presepe”, una mostra dei presepi ceramici delle città italiane di antica tradizione, è una novità da non lasciarsi sfuggire. Sarà ospitata negli spazi di Atrani Casa Cultura.
La luce del Natale 2018 a Minori
 
Quest’anno, la rassegna “La luce del Natale” giunge alla decima edizione e fino al 13 gennaio 2019 promette un ricchissimo programma di eventi e attività. Sono in cartellone, infatti, esibizioni musicali, cerimonie religiose e inaugurazioni e spettacoli a cominciare da La cantata dei pastori, con Peppe Barra (che ne ha curato la regia) nel ruolo di Sarchiapone che è già stato un successo lo scorso 11 dicembre e Napoli Milionaria che vanta diverse repliche fino a gennaio. Chi sceglie questa destinazione, può optare inoltre per uno stop goloso da Sal De Riso che ha anche un super frequentato bistrot di fronte al lungomare. In occasione delle festività natalizie, ha già presentato le novità accostate alle sue delizie classiche sempre preparate con prodotti freschi del territorio. Salvatore De Riso, Maestro dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani, propone stavolta tra le altre meraviglie del palato anche il Panettone al Limoncello (farcito con crema al limoncello e bucce di Limone Costa d’Amalfi I.G.P.), la Pigna di Natale (con mousse al cioccolato al latte, crema ai pinoli, glassa al cioccolato, pinoli tostati e foglie di cioccolato fondente). E, ancora, gli Struffoli Napoletani al Miele Millefiori, alla cui ricetta originale il Maestro ha aggiunto il profumo di limone, arancia e mandarino grattugiati e la decorazione con miele millefiori, diavolini (piccoli confetti colorati), clementine, arance e ciliegie rosse candite (e una variante al cioccolato per chi la preferisce) e la Focaccia Portafortuna (arricchita con frutta semi candita e decorata con glassa bianca di zucchero con pinoli, confettini colorati e finocchietto selvatico).
 
Il Natale ad Amalfi

Nella regina della Costiera Amalfitana, la destinazione più nota, non poteva mancare una kermesse in grande stile. Davvero molte le proposte per le prossime settimane, ma da segnalare ci sono certamente la “Calata della Stella” alle 23.45, accompagnata dallo spettacolo pirotecnico di fuochi sul mare, gli zampognari in giro per la città il giorno di Natale e tra il 27 e 28 dicembre “Amalfi canta il Natale”, la spettacolare rassegna Cori Polifonici, giunta alla sua XXVI edizione.
 
Photo Credit immagini di Salerno: Livia Fabietti
 
 
Il Natale in Costiera Amalfitana
Planisfero
Fotogallery