Vacanze low cost, è allarme truffe degli hacker nascoste tra le offerte di hotel e voli aerei
di Paolo Travisi
Vacanze low cost, è allarme truffe degli hacker nascoste tra le offerte di hotel e voli aerei
Neanche le nostre ricerche web sulle tanto desiderate vacanze d’estate sono al riparo dagli hacker. Anzi, proprio questo periodo dell’anno, che ci separa dal riposo estivo, è uno tra i più pericolosi secondo l’analisi condotta da Kaspersky Lab. Tra aprile e maggio, infatti, sono stati rilevati 8 mila attacchi di phishing, quelli più infimi, perché mascherati da offerte vantaggiose di hotel e resort, spesso di noti brand del turismo, oppure fintamente provenienti da piattaforme di prenotazione online o da compagnie aeree che offrono inesistenti voli gratis. Dietro tutto questo si potrebbero nascondere cyber criminali.

Gli hacker non vanno in vacanza, ecco i consigli per non farsi rovinare le ferie

Virus sul web: in estate dilagano i pirati della rete, boom di intrusioni nei conti bancari
 




Ovviamente bisogna sempre distinguere da offerta ad offerta, anche perché questi annunci fake, spesso ad una prima occhiata possono sembrare credibili, ma basta leggere con attenzione o riflettere qualche secondo in più di un click, per comprendere che la truffa è in agguato. Truffe tutt’altro che innocue perché gli ami del phishing servono a carpire informazioni personali, dati sensibili e nei casi più gravi le password che custodiamo nei nostri device. Il record in un solo giorno, il 21 maggio scorso, quando Kaspersky ha rintracciato 7 diverse email inviate in massa per promuovere biglietti aerei e varie sistemazioni. Alcuni di questi, promettevano di volare gratis verso destinazioni da sogno, chiedendo solamente di compilare un sondaggio online, che in un passaggio richiedeva il numero telefonico.

Se l'utente cadeva nella trappola e lo inseriva, gli hacker lo usavano per servizi a pagamento. O ancora. Tra le truffe c'era chi si nascondeva dietro la nota piattaforma per gli affitti online, AirBnb, usata per richiedere dati personali. Secondo i ricercatori di Kaspersky Lab, i mesi primaverili sono quelli in cui fioriscono gli attacchi in rete, più difficili da evitare se la navigazione avviene da smartphone, dove i link falsi sono più difficilmente riconoscibili.

I consigli per evitare di diventare vittima dei criminali informatici sono evitare offerte troppo vantaggiose o gratuite, navigare solo sui siti ufficiali di piattaforme note per i servizi di prenotazione, non cliccare mai su link di dubbia provenienza e non fornire mai le proprie credenziali per accedere ad un servizio esterno al sito originale.
Planisfero
Fotogallery