Natale: l'Europa formato mercatino. Ecco i top
Il mercatino di Zurigo
Saranno pure inflazionati, animati non di rado da un intento commerciale e in alcuni casi neppure troppo legati alle tradizioni del luogo. In ogni caso non se ne può più fare a meno. La visita alle bancarelle di un qualunque mercatino di Natale è diventata la scusa giusta per muoversi da casa anche nelle settimane dell'anno meno propizie al viaggio. Una logica che ha fatto la fortuna dei mercatini delle grandi città europee.



A Parigi (www.parisinfo.com), per esempio, sono una ventina i mercatini in programma. Il più grande e noto è quello intitolato “L’Arche de Noël de la Défense” aperto fino al 28 dicembre. Sono ben 350 gli chalet di legno allestiti ai piedi della Grande Arche ricolmi di merci di ogni genere (dall'artigianato alla gastronomia) provenienti da tutta la Francia. Meglio andarci dopo il tramonto per apprezzare le scenografiche illuminazione dei palazzi circostanti. Da non perdere anche “Trocadero on ice” con oltre 100 bancarelle collocate dal 13 dicembre al 7 gennaio 2015 nei giardini ai piedi della Torre Eiffel. Questo è anche il mercatino più sportivo: intorno agli stand si trovano infatti una grande pista di pattinaggio su ghiaccio e percorsi per lo sci di fondo e le ciaspole tracciati su un manto di neve artificiale.



Sono 200 le casette di legno del Mercatino di Francoforte (www.frankfurt-tourismus.de), uno dei più antichi d'Europa: le sue origino risalgono infatti al 1393. Gli stand si snodano dal lungofiume Mainkai passando dalle piazze Römerberg e Liebfrauenberg fino alla Hauptwache e offrono soprattutto oggetti di artigianato (anche contemporaneo) e una grande scelta di golosità come i dolcetti di marzapane Bethmännchen, i Quetschemännchen (pupazzetti canditi fatti con prugne e noccioline) e l’immancabile vino di mele (Apfelwein).



Unico nel suo genere è l’Emporio del miele (Honigkaufhaus): in una casa a graticcio di 300 anni, costruita apposta per il mercato di Natale, si trovano trovare miele, vino al miele, candele e molti altri prodotti in cera d’api. A rendere ancora più calda l'atmosfera ci sono poi i concerti dei suonatori di fiati con le loro melodie natalizie ogni mercoledì e sabato dalla chiesa Nikolaikirche.



A Praga l’appuntamento è in piazza della Città Vecchia, a partire dal 29 novembre, quando si accenderà l’albero di Natale con una solenne cerimonia. Oltre ad acquistare oggetti d’artigianato in legno, cuoio, ceramica, paglia, cera e vetro, le tipiche marionette di Praga, souvenir caratteristici, decori per l’albero, statuine del presepe, si gustano le specialità tradizionali della Repubblica Ceca come i trdelník (una sorta di cannoli arrotolati su speciali bastoni di legno, cotti sulla brace ardente e poi cosparsi di cannella e zucchero), l’idromele (liquore al miele servito caldo) e il famoso prosciutto di Praga. Altri mercatini di Natale si tengono in Piazza Venceslao e in Piazza náměstí Míru. Info: www.czechtourism.com



Dura fino al 24 dicembre il Christkindlimarkt di Zurigo (www.christkindlimarkt.ch), allestito all'interno della stazione ferroviaria cittadina. Con le sue 150 bancarelle, è uno dei mercatini dell'Avvento coperti più grandi d'Europa. Il pezzo forte del "Christkindlimarkt" è l'albero di Natale alto 15 metri addobbato con migliaia di scintillanti cristalli Swarovski. Più piccolo ma davvero suggestivo è invece il Mercatino del Niederdorf (www.gld.ch/weihnachtsmarkt) aperto dal 28 novembre al 23 dicembre nel centro storico della capitale economica della Svizzera.



Il Mercato di Gesù Bambino, che si tiene nelle piazze del Duomo e della Residenza, è il più grande e più antico di Salisburgo (www.christkindlmarkt.co.at). I visitatori vi trovano una scelta ben assortita di oggetti di giocattoli, idee per regali di Natale e delizie per il palato. Il programma comprende oltre 90 manifestazioni, come mostre di presepi, corse dei “Perchten“, esibizioni di cori e di danze di gruppi locali. Fra le manifestazioni di spicco figurano i concerti dei suonatori di fiati Salzburger Turmbläser che si esibiscono ogni sabati dell’Avvento dall’alto di tre campanili intorno alla Piazza della Residenza. La festa continua fino al 26 dicembre.



La visita nella seconda città d'Austria continua presso il Castello di Hellbrunn dove, fino al 24 dicembre si svolge La Magia dell’Avvento di Hellbrunn (www.hellbrunneradventzauber.at): un percorso illuminato dalle fiaccole conduce al cortile interno della residenza estiva arcivescovile, trasformato in un bosco incantato invernale con centinaia di abeti. Lo shopping spazia dagli oggetti di artigianato artistico alle specialità culinarie salisburghesi.
Natale: l'Europa formato mercatino. Ecco i top
Planisfero
Fotogallery